Sony CyberShot RX1R II, lo stato dell’arte del filtro passa basso

La Sony CyberShot RX1R II è una compatta full frame da 42.4 Megapixels con mirino elettronico a scomparsa e filtro passa basso variabile

Sony_RX1R_IIFino a qualche anno fa il filtro passa basso sembrava fosse indispensabile. Tutte le fotocamere digitali ne erano infatti dotate. Poi sono uscite le prime fotocamere prive di filtro passa basso come la Nikon D800, che era proposta sia nella versione “normale” che nella versione “E”, per l’appunto priva del famigerato filtro. Da qui è iniziato il dilemma: meglio avere una fotocamera con o senza tale filtro? Ovvero è meglio evitare difetti come il moiré oppure è meglio avere la massima nitidezza?

La soluzione al dilemma arriva con la nuova  Sony CyberShot RX1R II,  che grazie ad un filtro passa basso variabile, ovvero che può essere spento oppure accesso con due livelli di intensità, può adattarsi ad ogni situazione. Si può anche effettuare un bracketing con le tre impostazioni del filtro, in modo da poter scegliere in un secondo momento quale sia più adatta. Ma non è questa l’unica novità.

Abbiamo infatti anche un mirino elettronico a scomparsa da 2.4 Megapixels, sicuramente più pratico del costoso mirino rimovibile opzionale dei modelli precedenti. Risultano poi nuovi anche il sensore full frame BSI-CMOS da 42.4 Megapixels e l’autofocus ibrido con 399 punti a rilevamento di fase, entrambi “presi in prestito” dalla mirrorless full frame Sony A7R II. Rimane invece invariata la prestigiosa ottica Zeiss Sonnar T* 35mm F2.

Rimane confermata anche l’assenza di un flash, così come non viene implementata la ripresa di video in 4K: dobbiamo accontentarci di riprese FullHD 60p. Completa la dotazione di connessioni cablate e senza fili: abbiamo infatti l’ingresso per microfono ed il Wi-Fi con NFC per il controllo remoto tramite app dedicata per smartphone. La Sony CyberShot RX1R II  sarà in vendita a partire dal mese di Dicembre ad un prezzo di lancio di 3.500 Euro.

di Gianluca Bocci

Fonte: Sony