H6D, così torna alla carica Hasselblad


75 anni e non sentirli

Hasselblad H6D-100c_front shot_WH_smallIn occasione di questo importante compleanno Hasselblad non si è limitata a festeggiare, ma ha deciso di tornare alla carica con più convinzione che mai. Le fotocamere dell’azienda svedese sono state per anni testimoni di ogni importante avvenimento storico, hanno raccontato la storia più recente e sin dalla prima creazione di Victor Hasselblad, ogni volta l’obiettivo è stato quello di puntare sempre più in alto. E dunque cosa hanno fatto questa volta? Hanno preso il progetto della pluripremiata serie H e hanno completamente ricostruito una nuova fotocamera, con componenti tecnici nuovi e una piattaforma elettronica completemante rinnovata, seppur mantenendo la linea che ha riscosso tanto successo tra gli amanti del medio formato. In primo luogo bisogna sottolineare come la nuova linea H6D sarà composta da due diversi modelli, la H6D-100c e la H6D-50c. La prima sarà caratterizzata da un sensore CMOS da 100 milioni di pixel, mentre la seconda ha un sensore da “soli” 50 megapixel.  Hasselblad H6D-100c_rear side shot_WH_small

Per le altre caratteristiche possiamo citare tempi di posa da 60 minuti a 1/2000 di secondo, una gamma ISO aumentata, che va da 100 a 6400 ISO per la versione 50c e da 64 a 12800 ISO per la H6D-100c, una tasso di scatto più rapido con connettore USB 3.0 che consente un trasferimento molto veloce. Due gli slot per le schede di memoria, uno CFast e uno per schede SD e grazie alla piattaforma elettronica nuova viene gestita con grande rapidità l’incredibile mole di dati prodotta utilizzando algoritmi ottimizati per file di grande qualità. Entrambe le fotocamere possono registrare video in Full-HD. Ma a proposito di video la H6D-100c gode anche dell’implementazione della funzionalità video 4K (3840×2160) registrabile solo in formato RAW. Presenti anche un modulo Wi-Fi, supporto touch-screen per il display da 3 pollici e 920k di risoluzione utilizzabile anche per la messa a fuoco.

Infine, il software di elaborazione immagini Hasselblad Phocus è stato potenziato alla versione 3.0 e dotato di una nuova interfaccia grafica più user friendly per migliorare il flusso di lavoro.

Hasselblad H6D-50c_right side shot_WH_smallParlando ovviamente di fotocamere professionali di altissimo livello i prezzi sono molto alti: servono 22.900 euro per la H6D-50c e ben 28.900 euro per il modello da 100MP.

Il nuovo CEO di Hasselblad, Perry Oosting, commentando il lancio ha affermato: “Il lancio della gamma H6D rappresenta l’inizio di un anno di festeggiamenti per Hasselblad. È appropriato che siamo tornati alla nostra migliore fotocamera di medio formato per illustrare l’innovazione e la passione presenti in ognuno dei nostri primi 75 anni. Il nostro approccio ossessivo alla qualità ottica e alla creazione artigianale di precisione in Svezia risiedono nel cuore di questa fotocamera. Abbiamo conservato gli aspetti migliori e introdotto i più importanti, realizzando una fotocamera di medio formato che siamo certi farà innamorare di nuovo ogni utente Hasselblad”.

E a proposito delle parole di Perry Oosting a seguire trovate una bella e ricca intervista svoltasi il 29 marzo scorso presso la sede Fowa a Torino. Si è parlato di molte cose interessanti, non della nuova H6D, ma vale la pena perdere una mezz’oretta!