Editoriale. Dicembre 2015

Schermata 2015-12-03 alle 11.55.05

Chi avesse avuto occasione di leggere il comunicato finale del Photoshow di Via Tortona (23-25 ottobre), si sarà fatta l’idea di un vero successo, ma avrebbe ragione quasi a metà.
Un anno e mezzo fa, dopo la cancellazione di Roma 2014, l’Aif (Associazione degli operatori di cui Sony, Samsung e Polyphoto/Olympus non fanno più parte) ha deciso di riproporre il Photoshow a Milano affidando l’organizzazione all’agenzia Vision Plus che propone una nuova location, il Superstudio Più e, soprattutto, un nuovo format. Chiusi i battenti, il comunicato parla di 17.800 presenze, di queste si dice che 11-12.000 fossero i paganti, il resto… ospiti. Ma se è vero che i conti degli espositori erano stati fatti sull’ipotesi di 25.000 visitatori per pareggiare l’investimento in termini di costo-contatto, la questione cambia aspetto.
Quello che con una certa presunzione è stato denominato Tortona Photo District (che manco a New York) ha lasciato la sensazione che il Photoshow 2015 sarà ricordato come la fine di un lungo percorso nato nel 1969 alla Triennale con il Sicof di Roberto Pinna Berchet che esplode negli anni Settanta e Ottanta con folle da 140.000 e più visitatori. Altri tempi, ma se “in povertà” le cose possono non essere grandiose, non per questo debbono essere meno interessanti….

 

…continua in edicola!